verdeACHI

  • Stai perdendo la fiducia in te stesso?
  • Non hai voglia di uscire dalla tua stanza?
  • Alcune situazioni ti fanno paura?
  • A scuola non combini niente…
  • Ti senti troppo spesso triste o arrabbiato
  • Ti senti confuso e ti sembra che la testa scoppi

Sul molo e hai di fronte il  mare aperto

Essere adolescente oggi è complesso.
Il mare aperto promette possibilità future, ma ancora distanti e poco chiare. In assenza di punti di riferimento, il viaggio per la scoperta di sé può diventare troppo incerto e la fiducia per affrontarlo viene meno. Il disagio che ne consegue può talvolta esprimersi a scuola, in famiglia oppure attraverso il corpo e si può arrivare a mettersi in situazioni di rischio.

Può succedere ad esempio di non riuscire a concentrarsi a scuola o di non avere motivazione nello studio; ci si sente troppo spesso tristi e arrabbiati oppure prevale un senso di confusione, con la sensazione che la testa stia per scoppiare. Alcune volte si fa fatica a stare con gli altri perché ci si sente insicuri e di poco valore e si può finire col chiudersi in se’ stessi. Oppure ci si mette in situazioni pericolose o si mettono in atto comportamenti a rischio e trasgressivi. Spesso sei tu stesso che ti accorgi di non stare bene, altre volte lo notano i genitori, gli insegnanti o anche gli amici più stretti. In alcuni momenti hai creduto di risolvere le cose per conto tuo, ma non sono cambiate e talvolta il dolore e’ così forte da spingerti a pensare o fare cose che non vorresti.

Potrebbe esserti utile trovare un luogo in cui essere ascoltato da un adulto che non ha un ruolo strettamente educativo e di controllo, come un genitore o un insegnante, e che ha voglia di ascoltarti. Spesso bastano anche solo alcuni incontri per fare il punto della situazione: vale sempre la pena capire se si tratta di una crisi temporanea o il segnale di un disagio più complesso.

che fare?

Al Cart proponiamo una prima fase di consulenza che viene organizzata in modo “personalizzato”. Può essere che vengano visti i genitori da soli perché preoccupati, altre volte genitori e figli incontrano operatori diversi, altre ancora vengono visti tutti insieme. Oppure puoi telefonare tu direttamente.

Vedi anche interventi terapeutici rivolti a...